36Del primitivo campanile romanico si è persa ogni traccia. Quello attuale fu realizzato nel 1570 dal “Magister Petrus quondam Ioannis del Breno”.

Gli archivi della Chiesa sono molto precisi nell’indicare i numerosi lavori di manutenzione eseguiti al campanile. Duecento anni dopo la sua edificazione, un fulmine lo colpì, distruggendo la guglia. Per questo, nel 1780, la “Vicinanza generale degli uomini de’ due comuni di Gentilino e Montagnola” decise di far riparare al meglio la struttura danneggiata e realizzare un nuovo il castello delle campane. Le opere previste non vennero tuttavia eseguite, probabilmente per mancanza di fondi, e ci si limitò quindi a riparare i danni del campanile.

Nel 1850 venne incaricato l’architetto Agostino Camuzzi, da poco rientrato dalla Russia, di aggiungere un piano al campanile e di rifarne la guglia. L’architetto, oltre a portare a compimento l’opera, fece dono alla parrocchia della campana maggiore.

Nel 1998, in concomitanza con i lavori di restauro interno della Chiesa parrocchiale, venne eseguita una accurata manutenzione della cupola e dei quadranti dell'orologio.

Nel gennaio 2008 si è proceduto alla sostituzione del quadro di comando della torre campanaria con l'installazione di un apparecchio computerizzato che consente di gestire e di programmare il suono delle campane per tutti i giorni della settimana e per le varie festività dell’anno.