53Presentiamo qui di seguito un elenco dei parroci che si sono susseguiti nella “cura delle anime” della parrocchia di Sant’Abbondio.

 

I nominativi, così come i rispettivi dati anagrafici e le principali attività da loro svolte, sono stati ricavati dai documenti riguardanti le visite pastorali e da altri documenti custoditi nell’archivio parrocchiale.

 

Per doverosi chiarimenti metodologici rimandiamo a quanto pubblicato nel volume:


I tesori di Sant’Abbondio
Edizione 2002, pagine 171-174

    

1442

Stephanus de Viggizio

“Beneficialis ecclesiae Sancti Nazarii de Montagnola

1450

Andrea dei Leoni (del Leonibus – de Cablialio)

probabilmente da Cagiallo, Capriasca

Canonico di S.Lorenzo in Lugano

Cappellano di S.Ambrogio in Barbengo e di S.Nazzaro in Montagnola

1498

Bernardo di Elia (D’Elia)

Canonico di S.Lorenzo in Lugano

-   investito vicario perpetuo della Chiesa di S.Abbondio il 17.6.1505

1525-1530

Pietro Agostino dei Leoni (Augustinus de Cablialio)

probabilmente da Cagiallo, Capriasca

Notaio apostolico e Canonico di S.Lorenzo in Lugano

Rettore beneficiato della Chiesa di S.Nazzaro e di S.Abbondio

-   istituisce il “registro della Chiesa”

-   nel 1527 fa eseguire varie pitture nella chiesa parrocchiale

-   si firma “PBR (presbiter) Petrus Augustinus del Cablialio de Lugano”

1530

Alessandro Pocobelli

da Lugano

-   nel 1530 erige il fonte battesimale munito del suo stemma di famiglia

1568

Martino de Negri

da Grosotto (Valtellina)

1568-1571

Padre de Cocalio

probabilmente da Coccaglio, Brescia

Padre dei conventuali di S.Francesco in Lugano

Cappellano e Rettore

-   nel 1570 contribuisce alla stesura del contratto per la costruzione del campanile, opera di Pietro del Breno di Certenago

1570

Giovanni Antonio

figlio di Andrea, maestro d’arte

Prete gentilinese

1571

Vincenzo

da Comano

aiutante della Chiesa plebana di Agno

-   citato nei documenti pastorali di Gian Antonio Volpi (1571)

1571

Michele Aostallo (Aostalli)

da Savosa

Cappellano

1578-1588

Giovanni Tamossi (Tamossio)

da Cadempino

Rettore

-   citato nei documenti pastorali di Gian Antonio Volpi (1578 e 1580)

1588-1618

Alberto Aostallo (Aostalli – Avostallo – de Ostalli)

da Savosa (*1554)

Parroco e Maestro con 35 scolari

-   nel 1603 inizia il “Registro dei battesimi”

-   citato nei documenti pastorali di Feliciano Ninguarda (1591) e Filippo Archinti (1599, 1602 e 1609)

1618-1620

Giovanni Battista Camuzzi

Prevosto di Agno

1619-1620

A. De Nigris

Curato di S.Pietro Pambio “ad interim”

1620-1625

Giovanni Mazza

da Cureglia

1625-1632

Giovanni Battista Casagrande (de Domomagna)

da Biogno-Breganzona

-   citato nei documenti pastorali di Lazzaro Carafino (1626)

1632-1661

Giovanni Battista Lucchini

da Certenago - figlio di Giovanni (*1605)

-   citato nei documenti pastorali di Lazzaro Carafino (1632, 1636, 1644 e 1653)

1661-1693

Cristoforo Poncino (Poncini)

da Gentilino (*1618 …14.3.1693)

già Curato di Cerentino per 18 anni, Originario da Ascona

-   nel 1668 promuove le Missioni parrocchiali e fa erigere una colonna granitica sormontata da una croce di ferro, a perpetuo ricordo dell’avvenimento

-   citato nei documenti pastorali di Ambrogio Torriani (1670 e 1677) e Carlo Ciceri (1684, 1686 e 1692)

1665

Domenico Callone

Curato di S.Pietro Pambio

1676

Gaspare Tagliata

Curato di Agra

1683

Francesco De Canonicis

Curato di S.Pietro Pambio

1693-1718

Domenico Botano (Bottani)

da Montagnola (*1659 …2.1.1719)

già Parroco di Agra

-   nel 1696 allestisce un minuzioso inventario dei beni della parrocchia

-   citato nei documenti pastorali di Francesco Bonesana (1696, 1702 e 1709)

1693

Domenico Fontana

Prevosto di Agno

1694

Salvatore Aprile

Vice-curato di Agra

1694

Donato Castorio

Prete luganese

1702

Bernardo Morrigia

Vice-curato di Agra

1707

Matteo Somazzi (Somazzius)

da Montagnola - figlio di Giacomo (*1683 …16.12.1715)

Vice-curato di Agra e Cappellano di S.Nazzaro

1717

Giovanni Battista Bottani

Parroco di S.Pietro Pambio

1719

Antonio Berra

da Certenago

Cappellano di Sorengo, delegato “ad interim”

1719-1772

Antonio Salvatore Casella

da Cadepiano (*1691 …11.12.1772)

-   nel 1720 fa eseguire dal Cav.Giuseppe Petrini da Carona lo stendardo della Confraternita ed in seguito anche l’affresco nella parete interna dell’Ossario, la tela raffigurante la Madonna del Rosario con S.Domenico e S.Caterina da Siena

-   fra il 1728 e il 1732 sollecita l’artista Carlo Fè di Viglio a realizzare gli stucchi alle volte degli altari della Madonna del Rosario e di S.Antonio

-   citato nei documenti pastorali di Giuseppe Olgiati (1719) Agostino Neuroni (1748) e Giambattista Muggiasca (1769)

1749

Giovanni Angelo Poma

1749

Francesco Saverio Somazio

1751

C.Antonio Barchetta

da Poporino

Vice-parroco di Grancia

1751

Giacinto Bottani

da Arasio (…1751)

1755

Curelia

Padre

1767

Saverio Somazzi

da Montagnola - figlio di Francesco (*1722 …22.8.1767)

1772

Antonio Maria Casasopra

da Gentilino - figlio di Donato (*1731 …28.1.1772)

1773

Antonio Bottani

Frate

1773-1780

Giovanni Battista Casella

da Cadepiano

1780

Giovanni Battista Parini

Vice-parroco delegato “ad interim”

1780

Gaetano Andreoli

Vice-parroco delegato

1781-1783

Stefano Brilli

da Cureglia

Rettore

1783-1841

Giacomo Antonio Casella

da Cadepiano - figlio di Maurizio (*1763 …20.4.1841)

-   citato nei documenti pastorali di Giuseppe Bertieri (1791)

1841

Gaetano Bossi

Curato di Sorengo “ad interim”

1841

Pietro Leoni

da Breganzona “ad interim”

1841

Vitale

Frate

da Meride “ad interim”

1841-1864

Francesco Stoppa

da Lugano - figlio di Francesco (*18.4.1807 …9.7.1864)

-    promotore di significative opere quali: il nuovo Cimitero (ideatore e donatore Giuseppe Brocchi) - l’innalzamento del campanile e la ricostruzione della sua guglia distrutta dal fulmine del 1780 (disegni di Agostino Camuzzi)

-    il 1.marzo 1845 accompagna al (nuovo) cimitero la salma del “grande architetto” Domenico Gilardi

1864

Abbondio Lucchini

da Senago-Pazzallo

Curato di Grancia

1864-1873

Paolo Rusca

da Serocca-Agno

già a Fusio, Prevosto di Agno

1874-1906

Francesco Airoldi

da Lugano (*1841 …1906)

-   citato nei documenti pastorali di Vincenzo Molo (1896)

1906

Giovanni Pancaldi

Parroco di S.Pietro Pambio “ad interim”

1907-1916

Luigi Simona

da Locarno (*10.6.1874 …26.2.1968)

dottore in teologia, studioso e ricercatore di opere d’arte

-   Vicario Foraneo dal 1916 al 1929

-   Pubblica diverse ricerche storiche, quali: “Artisti del Borgo di Agno – Artisti della Svizzera Italiana in Torino e Piemonte – Artisti della Svizzera Italiana nel Duomo di Genova, in Boemia e Austria – Artisti ed antiche famiglie della Collina d’Oro – Francesco Antonio Bustelli da Locarno”

1916

Sebastiano Mazza

“ad interim”

1916-1943

Cesare Lepori

da Massagno (*10.2.1893 …2.12.1944)

-   nel 1930 promuove il restauro della facciata della chiesa parrocchiale

-   citato nei documenti pastorali di Aurelio Bacciarini (1919, 1926) e Angelo Jelmini (1938)

1944

Giacomo Lepori

da Massagno

1945-1983

Aquilino Mattei

da Osogna (*20.11.1914 …22.1.1995)

-   nel 1970  promuove e realizza con successo le Missioni parrocchiali

-   citato nei documenti pastorali di Angelo Jelmini (1948 e 1962)

1983-2007

Ambrogio Bosisio

da Erba (Como) - figlio di Cesare (*1.5.1940)

-   Vicario Foraneo dal 1997 al 2007

-   nel 2001 promuove la riscoperta delle Missioni parrocchiali quale momento di verifica spirituale e pastorale

2007-2014

Aldo Aliverti

da Lugano - figlio di Edgardo (*11.11.1969)

-   già Vicedirettore e Docente del Collegio Papio di Ascona

-   Docente d’istruzione religiosa in varie scuole del Canton Ticino

-   Cappellano militare

2014

Matteo Pontinelli

da Monteceneri (Bironico) -  (*11.7.1959)

 

 

 

coordinatore della zona pastorale Collina (Breganzona, Gentilino, Muzzano e Sorengo